8html>
Abbiamo tutti bisogno
center">
 

    Giulia Sansoni

L'odore della notte

 

 Intro

 

Giulia Sansoni si cimenta per la seconda volta con l'impervio universo della creazione letteraria

 "Abbiamo tutti bisogno
di appoggiare i nostri pensieri
in una lacrima, ogni tanto"

scrive quasi in apertura l'autrice; il suo "volo notturno" incomincia da qui, dalla consapevolezza del dolore e della sofferenza esistenziale come filtro alchemico della fantasia. Immagini eteree si susseguono in atmosfere ovattate, di mute piogge, di notti e di neve, quasi fossero sospese su una sorta di placenta nella quale sarebbe così dolce rientrare ma al contempo dalla quale è saggio tenersi separati, poiché in fondo la vita è così preziosa, se solo si riesce ad accettarla come un dono. Sebbene la notte con il suo profumo non cessi di inquietare sussurrandoci che l' "altrove" è proprio lì, davanti ai nostri occhi. E' dentro il nostro petto:

"L'odore della notte è attraente.
Mi porta per mano a guardare le stelle.
A guardare la luna malata d'inverno.
A sentire forte questo sospiro del cuore".


Riccardo Roversi

 

 

Da oggi la tua bambina cammina sola
Per le strade del mondo
senza paura.
Senza paracadute si butta nella vita
Con tutto il coraggio che mi hai insegnato ad avere.
Nel cuore porterà la sua cicatrice.
I piedi si alterneranno tra lacrime e sogni.
Ma un pensiero è per te,
ovunque sarò nel mondo.
Per avermi insegnato
a camminare.

 

  2 - 3 - 4 - 5  6 - 7 - 8 - 9